ISTITUTO INDUSTRIALE SUPERIORE STATALE “CITTA’ DI LUINO – C. VOLONTE'”

Via Lugano
Luino (VA)
http://www.isisluino.it/

L’ISTITUTO

L’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Città di Luino – Carlo Volonté” è ubicato in una zona di frontiera con la Svizzera italiana. La geografia in cui si inserisce l’Istituto è caratterizzata dalla presenza di ambienti naturalistici di grande importanza provenienti da un territorio piuttosto ampio che comprende 44 comuni delle due comunità montane della Provincia di Varese. Nella composizione socio-economica della popolazione scolastica si evidenzia che gran parte degli studenti ha almeno un genitore che lavora in Svizzera. La scuola è inserita in un territorio potenzialmente orientato ad una vocazione turistica, a cui si associa la presenza di alcune importanti aziende nel settore meccanico, elettronico e dell’automazione oltre che numerosi studi professionali nell’ambito delle costruzioni e dei servizi. La scuola offre agli studenti una formazione che sia in grado di integrare le varie aree disciplinari, fornendo così loro una preparazione spendibile sia nei luoghi di lavoro sia in un percorso universitario o di specializzazione degli. L’offerta formativa comprende un percorso Tecnico a settore Tecnologico con articolazioni in Elettronica, Informatica e l’indirizzo di Costruzione, Ambiente e Territorio.

INTERVENTI DEL PROGETTO SI

Gli ambiti di intervento del Progetto SI – Scuola Impresa Famiglia, sono stati concordati con l’istituto in modo da rispondere alle esigenze più urgenti in coordinamento e sinergia con le altre iniziative in corso. Gli interventi hanno riguardato:

 

Laboratorio di macchine utensili: è stato fornito il software di addestramento Siemens Sinutrain per l’apprendimento off-line della programmazione di macchine utensili a controllo numerico dotate di controllore Sinumerik. Lo scopo è quello di permettere agli studenti di apprendere il linguaggio di programmazione dei CNC, computer numerical control, ovvero le macchine utensili a controllo numerico per la produzione automatizzata di beni e di sviluppare le relative esercitazioni in un ambiente di simulazione prima di accedere all’utilizzo della macchina utensile reale.

 

Laboratorio misure elettroniche: è stato fornito un completo kit hardware e software basato sulle unità myDaq di National Instruments per la realizzazione di esperienze di misure in ambito elettrico ed elettronico; il sistema fornito, se utilizzato con PC portatili, permette anche l’acquisizione di misure e di dati in mobilità. Scopo specifico dell’intervento è quello di permettere agli studenti l’esecuzione di misure e la realizzazione di software di acquisizione e di elaborazione dati con una strumentazione molto diffusa in ambito applicativo ed industriale.

E’ stato fornito anche LabView, il software di progettazione di sistemi pensato appositamente per lo sviluppo di applicazioni di test, misura e controllo di National Instruments.

Lo scopo è quello di mettere a disposizione degli studenti una piattaforma di sviluppo aggiornata e ampiamente diffusa in ambito applicativo.

 

Laboratorio di realtà virtuale: sono stati forniti dei visori per realtà virtuale utilizzabili dagli studenti in diversi ambiti applicativi:

– visualizzazione ed interazione con mondi virtuali 3D generati con gli opportuni ambienti di sviluppo;

– visualizzazione di progetti 3D realizzati con opportuni applicativi in modo da verificarne la correttezza e la funzionalità;

– progettazione e programmazione di celle di robotica completamente virtuali (con l’ausilio del software Robot Studio di ABB).

Lo scopo è di permettere agli studenti di sperimentare la realtà virtuale e la realtà aumentata come tecnologie abilitanti di Industria 4.0.

 

 

Laboratorio di robotica industriale: è stato fornito il robot industriale IRB 120 di ABB, caratterizzato  da sei gradi di libertà e completato con una mano di presa elettrica prodotta da Schunk.

Lo scopo di questa fornitura è duplice in quanto il materiale permetterà agli studenti di:

– sperimentare la robotica industriale;

– apprendere ed utilizzare il linguaggio di programmazione Rapid di ABB come esempio di soluzione di sviluppo software.

Nello specifico permetterà ai meccanici di implementare operazioni di manipolazione e di “pick & place”, agli informatici di approfondire lo studio della programmazione dei ed agli elettronici di interfacciarlo con il sistema produttivo, con particolare riferimento al PLC, ovvero un computer per l’industria specializzato in origine nella gestione o controllo dei processi industriali.

 

Laboratorio di robotica virtuale: è stato fornito, grazie ad ABB, un pacchetto di licenze education di Robot Studio, un ambiente per la simulazione e la programmazione “fuori linea” dei robot.

Robot Studio è basato su ABB Virtual Controller, una esatta riproduzione del software che controlla il funzionamento dei robot “in produzione”. In questo modo si possono effettuare simulazioni estremamente realistiche, utilizzando programmi e file di configurazione identici a quelli usati sull’impianto.

Scopo della fornitura è quello di permettere agli studenti di programmare i robot in un ambiente simulato prima di utilizzarli realmente.

close