I.I.S. “G. BONFANTINI” INDIRIZZO AGRARIA, AGROALIMENTARE, AGROINDUSTRIA

Corso Risorgimento, 405
Novara (NO)
http://www.bonfantini.it/

L’ISTITUTO

“L’ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “G. BONFANTINI” assume la attuale denominazione dal 1.9.2009, e raggruppa tre sedi: le sedi associate di Novara e Romagnano Sesia dell’ITA “G. Bonfantini” e la sezione associata di Solcio di Lesa dell’IPAA “E. e G. Cavallini”.
L’ITA di Novara è nato nel 1952 ed è stato intitolato a Giuseppe Bonfantini, docente e politico novarese. Attualmente è nella frazione di Vignale, in Corso Risorgimento n. 405, nell’immediata periferia della città di Novara, in una zona a vocazione esclusivamente agricola, in locali di proprietà dell’Amministrazione Provinciale.
Il particolare contesto ambientale in cui è situato l’Istituto ha reso possibile la creazione strutturata di spazi verdi tematici, unici nella città di Novara, con una forte valenza didattica fruibile dagli allievi dell’Istituto, ma anche a disposizione dei singoli cittadini o di chiunque sia interessato alla lettura o allo studio di questo particolare ecosistema.
A decorrere dall’anno scolastico 2005/2006, l’ITA “G. Bonfantini” ha aperto una sezione staccata nel comune di Romagnano Sesia (NO), mentre, dal 1° settembre 2009, all’Istituto Tecnico Agrario è stato associato l’Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente “E. e G. Cavallini” di Solcio di Lesa (NO), a sua volta attivo dal 1959.
Le tre sedi sono ubicate in un contesto territoriale dove il settore agricoltura, con circa 5000 addetti, vede nella risicoltura, nella vitivinicoltura, nella produzione del gorgonzola, nel floro-vivaismo e nell’allevamento le sue più tipiche attività.
A Novara, l’azienda agraria denominata Centro Agro-Zootecnico Pilota rappresenta il più importante laboratorio “a cielo aperto” a disposizione della scuola, consentendo la verifica pratica dell’apprendimento e la sperimentazione agro-zootecnica.
L’azienda agraria è estesa su circa 40 ettari, con una superficie coltivabile di circa 34 ettari. Fanno parte dell’azienda la stalla, magazzini, abitazioni per il personale, locali per il ricovero e la manutenzione di macchine e attrezzi, aule e laboratori. I terreni dell’azienda sono coltivati a riso, mais, orzo, erba medica e soia. E’ stato impiantato anche un frutteto didattico con filari di piante da frutto tipiche del panorama agricolo italiano quali meli, peri, peschi, actinidia, uva e piccoli frutti. L’orto didattico, oltre alle coltivazioni a cielo aperto, si avvale anche di un tunnel freddo per la coltivazione invernale degli ortaggi e di un nuovo tunnel per la moltiplicazione e propagazione delle piante, a scopo didattico-inclusivo dei discenti.
Dall’anno scolastico 2019/20 il patrimonio aziendale e l’offerta formativa si sono arricchiti di un nuovo vigneto localizzato nel comune di Briona grazie ad un lascito degli eredi del compianto Prof. Garavaglia. Il vigneto, è stato reimpiantato con diversi cloni di Nebbiolo con l’obiettivo di arrivare a vinificarne le uve per ottenere un grande vino da affiancare alle altre produzioni di eccellenza dell’Istituto.
A Romagnano, il campo sperimentale con indirizzo prevalentemente ortofrutticolo è caratterizzato da un vigneto di cultivar di Nebbiolo, Bonarda, Vespolina, Erba luce, Merlot, Cabernet, Sauvignon e Barbera. Una seconda area inoltre è destinata a parcelle sperimentali di cereali autunno-vernini e primaverili-estivi, dove si ha la possibilità di testare anche antiche varietà di grano e di mais.
Nella sede professionale di Solcio di Lesa, attraverso un biennio comune e un triennio caratterizzato dall’indirizzo “Agricoltura e sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane”, si formano professionisti del settore agricolo e florovivaistico. Una fucina importante, tenuto conto della realtà del territorio circostante in cui alle numerose aziende florovivaistiche che esportano i loro prodotti si aggiungono
le potenzialità offerte da ville, giardini e parchi privati che richiedono sempre maggiormente figure professionali per la cura degli spazi verdi.”

INTERVENTI DEL PROGETTO SI

in aggiornamento

close