ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “ANGELO CESARIS”

Viale Cadorna
Casalpusterlengo (LO)
http://www.cesaris.it

L’ISTITUTO

L’istituzione dell’IIS “A. Cesaris” avviene nel boom dell’istruzione tecnica italiana che nel corso degli anni ’60 costituì la spina dorsale delle piccole e medie imprese protagoniste del miracolo economico che trasformò l’Italia in una grande potenza industriale.

La scuola è intitolata alla memoria del concittadino “Angelo Cesaris” (1749 – 1832), scienziato e astronomo dal quale mutua l’interesse per la divulgazione scientifica. Tra le tante attività extra curriculari, il Cesaris è parte attiva del progetto “Scienza under 18” e partecipa ad iniziative promosse da Confartigianato.  L’Istituto propone percorsi formativi in elettronica ed informatica ed è il fulcro dei fitti rapporti tra il territorio ed il tessuto imprenditoriale. L’istituto “Cesaris” è inoltre da anni Scuola Polo della Provincia di Lodi con gli indirizzi di “Informatica e Multimedialità”, nonché nell’abito delle materie Scientifiche.  Nell’anno scolastico 2017-2018 gli studenti iscritti erano circa 1400.

L’offerta formativa dell’istituto prevede un percorso Tecnico tecnologico ed economico e il Liceo delle scienze applicate.

INTERVENTI DEL PROGETTO SI

Gli ambiti di intervento del Progetto SI – Scuola Impresa Famiglia, sono stati concordati con l’istituto in modo da rispondere alle esigenze più urgenti in coordinamento e sinergia con le altre iniziative in corso. Gli interventi hanno riguardato:

 

Laboratorio di elettronica: è stato fornito LabView, il software di progettazione di sistemi pensato appositamente per lo sviluppo di applicazioni di test, misura e controllo di National Instruments.

Lo scopo è quello di mettere a disposizione degli studenti una piattaforma di sviluppo aggiornata e ampiamente diffusa in ambito applicativo.

 

Laboratorio di realtà virtuale: sono stati forniti dei visori per realtà virtuale utilizzabili dagli studenti in diversi ambiti applicativi: visualizzazione ed interazione con mondi virtuali 3D generati con gli opportuni ambienti di sviluppo; visualizzazione di progetti 3D realizzati con opportuni applicativi in modo da verificarne la correttezza e la funzionalità; progettazione e programmazione di celle di robotica completamente virtuali (con l’ausilio del software Robot Studio di ABB).

Lo scopo è di permettere agli studenti di sperimentare la realtà virtuale e la realtà aumentata come tecnologie abilitanti di Industria 4.0.

 

Laboratorio di robotica industriale: è stato fornito il robot industriale IRB 120 di ABB. Il robot IRB 120 è a sei gradi di libertà ed è stato completato con una mano di presa elettrica prodotta da Schunk.

Lo scopo è duplice in quanto il materiale permetterà agli studenti di: sperimentare la robotica industriale; apprendere ed utilizzare il linguaggio di programmazione Rapid di ABB come esempio di soluzione di sviluppo software.

Nello specifico permetterà ai meccanici di implementare operazioni di manipolazione e di “pick & place”, agli informatici di approfondire lo studio della programmazione dei ed agli elettronici di interfacciarlo con il sistema produttivo, con particolare riferimento al PLC.

 

Laboratorio di robotica virtuale: è stato fornito, grazie ad ABB, un pacchetto di licenze education di Robot Studio, un ambiente per la simulazione e la programmazione “fuori linea” dei robot.

RobotStudio è basato su ABB VirtualController, una esatta riproduzione del software che controlla il funzionamento dei robot “in produzione”. In questo modo si possono effettuare simulazioni estremamente realistiche, utilizzando programmi e file di configurazione identici a quelli usati sull’impianto.

Scopo della fornitura è quello di permettere agli studenti di programmare i robot in un ambiente simulato prima di utilizzarli realmente.

close