ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “L. GEYMONAT”

Via Gramsci, 1
Tradate (VA)
http://www.itisgeymonat.va.it/

L’ISTITUTO

L’Istituto Geymonat è nato per rispondere ai bisogni del sistema produttivo del territorio e per formare tecnici in grado di supportare lo sviluppo dell’industria varesina. L’Istituto ha adeguato la propria offerta formativa all’evoluzione economica e sociale della provincia, cercando sempre di prevederne e anticiparne le tendenze. La vocazione del territorio tradatese, caratterizzato da piccole e medie imprese attive nel settore terziario ma anche secondario (aeronautica, meccanica, componentistica elettronica, calzaturiera, materie plastiche…), costituisce un contesto favorevole per una proficua interazione tra scuola e mondo del lavoro. I dati che emergono in riferimento al territorio sono estremamente gratificanti per l’Istituto che, con l’indirizzo tecnico, ha primeggiato su tutte le scuole della provincia di Varese in termini di indice di occupazione.

A partire dall’anno scolastico 2010-2011 l’offerta formativa è stata strutturata con quattro percorsi di Istituto Tecnico (indirizzi: Elettronica, Automazione, Telecomunicazioni, Biotecnologie Ambientali) e il Liceo Scientifico (indirizzo Scienze Applicate).

INTERVENTI DEL PROGETTO SI

Gli ambiti di intervento del Progetto SI – Scuola Impresa Famiglia, sono stati concordati con l’istituto in modo da rispondere alle esigenze più urgenti in coordinamento e sinergia con le altre iniziative dell’istituto. Gli interventi hanno riguardato:

 

Laboratorio di robotica cooperativa: è stato fornito il robot collaborativo ed educativo e.Do di Comau. Il robot e.DO è caratterizzato da sei gradi di libertà ed è dotato di mano di presa e di tablet per la programmazione. Lo scopo è duplice in quanto il materiale permetterà agli studenti di:

– sperimentare la robotica collaborativa 4.0 che prevede che il robot lavori in sinergia con gli operatori umani;

– apprendere ed utilizzare il linguaggio di programmazione di eDO come esempio di soluzione di sviluppo software.

Nello specifico permetterà ai meccanici di implementare operazioni di manipolazione e di “pick & place”, agli informatici di approfondire lo studio della programmazione dei robot (la soluzione proposta è completamente Open Source) ed agli elettronici di interfacciarlo con il sistema produttivo, con particolare riferimento al PLC.

 

 

Laboratorio di IOT: sono state fornite delle schede Raspberry unitamente a dei kit di sensori MEMS per permettere agli studenti di implementare degli applicativi che prevedono l’acquisizione di grandezze fisiche. Scopo delle attrezzature è quello di permettere agli studenti di interagire con tecnologie che consentano di sperimentare i principi basi dell’acquisizione, trasmissione, archiviazione ed elaborazione di dati tipica di Industria 4.0 tramite microprocessore

 

Laboratorio di elettronica: è stato fornito LabView, il software di progettazione di sistemi pensato appositamente per lo sviluppo di applicazioni di test, misura e controllo di National Instruments.

Lo scopo è quello di mettere a disposizione degli studenti una piattaforma di sviluppo aggiornata e ampiamente diffusa nelle soluzioni di test, misura e controllo in ambito industriale.

 

Laboratorio di automazione: sono stati forniti dei PLC S7-1200 di Siemens completi dell’ambiente di sviluppo software unitamente a dei simulatori di impianto Fischertechnic. I PLC hanno lo scopo di ammodernare la dotazione del laboratorio in modo che gli studenti utilizzino una piattaforma hardware aggiornata e molto diffusa nell’ambito industriale. I simulatori di impianto invece permetteranno agli studenti di sperimentare i software sviluppati su un impianto fisico (anche se riprodotto in piccola scala) oltre che nel simulatore.

close