ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “LORENZO COBIANCHI”

Piazza Martiri di Trarego, 8
Verbania
http://www.cobianchi.it

L’ISTITUTO

L’Istituto ha sede nel Verbano, area di confine internazionale e interregionale, in un contesto di imprese metalmeccaniche di piccole e medie dimensioni che producono particolari di precisione per l’industria aeronautica. Nel corso della sua storia, iniziata nel 1886 come “Scuola d’Arti e Mestieri” ha continuato a svilupparsi e rinnovarsi in relazione alle profonde trasformazioni della struttura economico-sociale del territorio. Dopo un lungo periodo di sperimentazione e il rinnovamento delle strutture e delle attrezzature scientifiche, dal 2010 ha avviato il riordino con i nuovi indirizzi tecnici e liceali. Nel corso del 2012 l’Istituto è diventato Istituto Superiore di Istruzione con i due ambiti di Istituto Tecnico e Liceo. La scuola si contraddistingue per la sua didattica laboratoriale, modalità privilegiata e distintiva, non solo negli ambiti tecnico-scientifici, ma più in generale nel processo di insegnamento-apprendimento.

L’Istituto offre piani didattici articolati secondo i seguenti indirizzi: Corsi tecnici con indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia; Elettronica ed Elettrotecnica; Informatica e Telecomunicazioni; Chimica, Materiali e Biotecnologie e Corsi Liceali con indirizzo linguistico e delle Scienze applicate.

INTERVENTI DEL PROGETTO SI

Gli ambiti di intervento del Progetto SI – Scuola Impresa Famiglia, sono stati concordati con l’istituto in modo da rispondere alle esigenze più urgenti in coordinamento e sinergia con le altre iniziative in corso. Gli interventi hanno riguardato:

 

Laboratorio di automazione: è stato fornito il software di programmazione dei PLC Siemens, ovvero computer specializzati in origine nella gestione o controllo dei processi industriali. Scopo dell’intervento è di fornire un ambiente di sviluppo aggiornato pienamente funzionante anche sulle più aggiornate versioni del sistema operativo Windows.

 

Laboratorio di IOT: sono state fornite delle schede Raspberry unitamente a dei kit di sensori MEMS per permettere agli studenti di implementare degli applicativi che prevedono l’acquisizione di grandezze fisiche. Scopo delle attrezzature è quello di permettere agli studenti di interagire con tecnologie che consentano di sperimentare i principi basi dell’acquisizione, trasmissione, archiviazione ed elaborazione di dati tipica di Industria 4.0 tramite microprocessore.

 

 

Laboratorio misure elettroniche: è stato fornito un completo kit hardware e software basato sulle unità myDaq di National Instruments per la realizzazione di esperienze di misure in ambito elettrico ed elettronico; il sistema fornito, se utilizzato con PC portatili, permette anche l’acquisizione di misure e di dati in mobilità. Scopo specifico dell’intervento è quello di permettere agli studenti l’esecuzione di misure e la realizzazione di software di acquisizione e di elaborazione dati con una strumentazione molto diffusa in ambito applicativo ed industriale.

E’ stato fornito anche LabView, il software di progettazione di sistemi pensato appositamente per lo sviluppo di applicazioni di test, misura e controllo di National Instruments.

Lo scopo è quello di mettere a disposizione degli studenti una piattaforma di sviluppo aggiornata e ampiamente diffusa in ambito applicativo.

 

 

Laboratorio di robotica collaborativa: è stato fornito il robot collaborativo ed educativo e.Do di Comau. Il robot e.DO è caratterizzato da sei gradi di libertà ed è dotato di mano di presa e di tablet per la programmazione. Lo scopo è duplice in quanto il materiale permetterà agli studenti di:

– sperimentare la robotica collaborativa 4.0 che prevede che il robot lavori in sinergia con gli operatori umani;

– apprendere ed utilizzare il linguaggio di programmazione di eDO come esempio di soluzione di sviluppo software.

Nello specifico permetterà ai meccanici di implementare operazioni di manipolazione e di “pick & place”, agli informatici di approfondire lo studio della programmazione dei robot (la soluzione proposta è completamente Open Source) ed agli elettronici di interfacciarlo con il sistema produttivo, con particolare riferimento al PLC.

 

STUDENTI ALL’OPERA