ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “CARAMUEL – RONCALLI”

Viale Segantini, 1
Vigevano (PV)
http://www.itiscaramuel.it

L’ISTITUTO

L’Istituto “Caramuel – Roncalli”, storicamente inserito nel territorio vigevanese, ha negli anni stretto alleanze sinergiche sul territorio, attraverso accordi di programma con enti e associazioni valorizzando gli aspetti economici e professionali della realtà circostante.

La scuola si prefigge di rilanciare l’istruzione tecnica e professionale facendo acquisire agli studenti le conoscenze, le abilità e le competenze necessarie al mondo del lavoro e delle professioni attraverso scelte orientate al cambiamento e alla formazione continua. L’Istituto, con i suoi i 1300 studenti, offre piani didattici articolati secondo i seguenti indirizzi: Liceo scientifico Scienze applicate; Istituto tecnico settore tecnologico con Elettronica, Meccanica e Meccatronica, Informatica, Biotecnologie sanitarie oltre al corso serale. Roncalli IPSIA: Indirizzo Manutenzione e Assistenza Tecnica con IE pf Operatore elettrico e Operatore termoidraulico. Castoldi IPSSCT Indirizzo Servizi Commerciali e Ie FP Operatore promozione accoglienza turistica.

INTERVENTI DEL PROGETTO SI

Gli ambiti di intervento del Progetto SI – Scuola Impresa Famiglia, sono stati concordati con l’istituto in modo da rispondere alle esigenze più urgenti in coordinamento e sinergia con le altre iniziative in corso. Gli interventi hanno riguardato:

 

Laboratorio di elettronica: è stato fornito un completo kit hardware e software dotato di I/O (interfaccia informatica messa a disposizione da un sistema operativo ai programmi, per effettuare uno scambio di dati o segnali) riconfigurabile ideale per la didattica dei concetti di progettazione con un singolo dispositivo. Scopo specifico dell’intervento è quello di permettere agli studenti la progettazione di completi dispositivi hardware e software con una strumentazione molto diffusa anche in ambito applicativo ed industriale costituita da unità myRIO di National Instruments.E’ stato fornito anche LabView, il software di progettazione di sistemi pensato appositamente per lo sviluppo di applicazioni di test, misura e controllo di National Instruments.Lo scopo è quello di mettere a disposizione degli studenti una piattaforma di sviluppo aggiornata e ampiamente diffusa in ambito applicativo.

 

Laboratorio di realtà virtuale: sono stati forniti dei visori per realtà virtuale utilizzabili dagli studenti in diversi ambiti applicativi:

– visualizzazione ed interazione con mondi virtuali 3D generati con gli opportuni ambienti di sviluppo;

– visualizzazione di progetti 3D realizzati con opportuni applicativi in modo da verificarne la correttezza e la funzionalità;

– progettazione e programmazione di celle di robotica completamente virtuali (con l’ausilio del software Robot Studio di ABB).

Lo scopo è di permettere agli studenti di sperimentare la realtà virtuale e la realtà aumentata come tecnologie abilitanti di Industria 4.0.

 

 

Laboratorio di robotica collaborativa: è stato fornito il robot cooperativo Cobotta di Denso unitamente ad un pacchetto di licenze di programmazione a completamento del laboratorio di robotica dell’istituto. Cobotta è un robot antropomorfo a sei gradi di libertà completo di mano di presa e di tablet per la programmazione. Lo scopo è duplice in quanto il materiale permetterà agli studenti di:

  • sperimentare la robotica collaborativa 4.0 che prevede che il robot lavori in sinergia con gli operatori umani;
  • apprendere ed utilizzare il linguaggio di programmazione dei robot industriali Denso/Toyota come esempio di soluzione di sviluppo software.

Il robot permetterà ai meccanici di implementare operazioni di manipolazione e di “pick & place”, agli informatici di approfondire lo studio della programmazione ed agli elettronici di interfacciarlo con il sistema produttivo, con particolare riferimento al PLC.

 

Laboratorio di robotica virtuale: è stato fornito, grazie ad ABB, un pacchetto di licenze education di Robot Studio, un ambiente per la simulazione e la programmazione “fuori linea” dei robot.

RobotStudio è basato su ABB VirtualController, una esatta riproduzione del software che controlla il funzionamento dei robot “in produzione”. In questo modo si possono effettuare simulazioni estremamente realistiche, utilizzando programmi e file di configurazione identici a quelli usati sull’impianto.

Scopo della fornitura è quello di permettere agli studenti di programmare i robot in un ambiente simulato prima di utilizzarli realmente.

close