ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO “E. MOLINARI”

Via Crescenzago. 108/110
Milano (MI)
http://www.itt-ettoremolinari.gov.it/

L’ISTITUTO:

Il Molinari è una scuola che ha una lunga tradizione ed ha segnato lo sviluppo dell’industria del nostro territorio e di tutta la Regione Lombardia. Fin dalla sua fondazione l’istituto si è inserito nella realtà produttiva e sociale locale, estendendo il proprio bacino d’utenza all’intera area metropolitana nord-est di Milano. Il Molinari si contraddistingue per la contaminazione tra la “licealità” del liceo scientifico ed i percorsi “professionalizzanti” dell’istituto tecnico del settore tecnologico, ossia tra due diverse culture che assumono, nella scuola di oggi, pari dignità e opportunità. Questo permette agli studenti di valorizzare le diverse potenzialità educative che vanno da uno spessore culturale e una capacità critica ad un’altrettanta capacità progettuale e decisionale. Tale contaminazione ha il suo livello più alto nell’uso del laboratorio inteso come approccio sperimentale per affrontare temi scientifici e ambientali: Tutto questo permette agli studenti di terminare un percorso che li proietta sia nella prosecuzione degli studi in ambito universitario o parauniversitario sia nel mondo del lavoro.

INTERVENTI DEL PROGETTO SI

Gli ambiti di intervento del Progetto SI – Scuola Impresa Famiglia, sono stati concordati con l’istituto in modo da rispondere alle esigenze più urgenti in coordinamento e sinergia con le altre iniziative in corso. Gli interventi hanno riguardato:

Laboratorio di automazione: sono stati forniti dei PLC S7-1200, ovvero computer specializzati in origine nella gestione o nel controllo dei processi industriali, insieme a delle unità di visualizzazione HMI KTP700, dispositivi che traducono una quantità immensa di dati complessi in informazioni accessibili all’operatore consentendogli di controllare il processo di produzione e comunicare con un macchinario o un impianto. . La fornitura è stata completata dall’ambiente di sviluppo software e di simulazione per entrambi gli hardware forniti e dai simulatori di impianto Fischertechnic. I PLC e le unità HMI fornite hanno lo scopo di aggiornare la dotazione del laboratorio in modo che gli studenti utilizzino una piattaforma hardware aggiornata e molto diffusa nell’ambito industriale.  I simulatori di impianto forniti hanno lo scopo di permettere agli studenti di sperimentare i software sviluppati su un impianto fisico (anche se riprodotto in piccola scala) oltre che nel simulatore.

Laboratorio di IOT: sono state fornite una serie di schede e di componenti per l’implementazione di un laboratorio IOT basato sull’uso di microcontrollori e di microprocessori. Nel dettaglio il laboratorio è stato dotato di schede Arduino UNO e schede Raspberry, oltre ad un significativo numero di sensori MEMS per le attività sperimentali. Inoltre, sono stati forniti dei robot antropomorfi completamente controllabili tramite Arduino.

Scopo delle attrezzature è quello di permettere agli studenti di interagire con tecnologie che consentano di sperimentare i principi basi della acquisizione, trasmissione, archiviazione ed elaborazione di dati tipica di Industria 4.0 tramite microcontrollore e microprocessore.

 

Laboratorio misure elettroniche: è stato fornito un completo kit hardware e software basato sulle unità myDaq di National Instruments per la realizzazione di esperienze di misure in ambito elettrico ed elettronico; il sistema fornito, se utilizzato con PC portatili, permette anche l’acquisizione di misure e di dati in mobilità. Scopo specifico dell’intervento è quello di permettere agli studenti l’esecuzione di misure e la realizzazione di software di acquisizione e di elaborazione dati con una strumentazione molto diffusa in ambito applicativo ed industriale.

E’ stato fornito anche LabView, il software di progettazione di sistemi pensato appositamente per lo sviluppo di applicazioni di test, misura e controllo di National Instruments.

Lo scopo è quello di mettere a disposizione degli studenti una piattaforma di sviluppo aggiornata e ampiamente diffusa in ambito applicativo.

 

 

Laboratorio di realtà virtuale: sono stati forniti dei visori per realtà virtuale utilizzabili dagli studenti in diversi ambiti applicativi:

– visualizzazione ed interazione con mondi virtuali 3D generati con gli opportuni ambienti di sviluppo;

– visualizzazione di progetti 3D realizzati con opportuni applicativi in modo da verificarne la correttezza e la funzionalità;

– progettazione e programmazione di celle di robotica completamente virtuali (con l’ausilio del software Robot Studio di ABB).

Lo scopo è di permettere agli studenti di sperimentare la realtà virtuale e la realtà aumentata come tecnologie abilitanti di Industria 4.0.

 

Laboratorio di robotica virtuale: è stato fornito, grazie ad ABB, un pacchetto di licenze education di Robot Studio, un ambiente per la simulazione e la programmazione “fuori linea” dei robot.

Robot Studio è basato su ABB Virtual Controller, una esatta riproduzione del software che controlla il funzionamento dei robot “in produzione”. In questo modo si possono effettuare simulazioni estremamente realistiche, utilizzando programmi e file di configurazione identici a quelli usati sull’impianto.

Scopo della fornitura è quello di permettere agli studenti di programmare i robot in un ambiente simulato prima di utilizzarli realmente.

 

 

close